Menu1-1 Menu1-2 Menu1-3 Menu1-4 Menu1-5 Menu1-6 Menu1-7
Menu2-1 Menu2-3 Menu2-2 Menu2-3 Menu2-4 Menu2-7
 
 

 

 

Artista di corte - Le cacce

La serie dei dipinti raffiguranti scene di caccia panoramiche, eseguiti da Cranach per i signori di Sassonia in due momenti della sua carriera - alla fine degli anni Venti e alla metà gli anni Quaranta del Cinquecento – sono uno degli esempi del loro colto e raffinato mecenatismo.
Il tema iconografico risale già al XV secolo, alla moda cortese della caccia come privilegio aristocratico riservato ai principi, segno distintivo di una civiltà elitaria e ideale.
Lo schema compositivo adottato da Cranach si ispira ai dipinti e agli arazzi medievali sul tema, con le ampie vedute paesaggistiche dall’orizzonte alto, gremite di personaggi e animali colti nella fitta vegetazione boschiva.
Nelle due redazioni in mostra, le tavole dipinte con La caccia al cervo del Museo di Cleveland (1540) e del Museo del Prado (1545), Cranach ambienta la scena venatoria nella pianura dell’Elba, raffigurando sullo sfondo la residenza dell’elettore Giovanni Federico il Magnanimo, il castello di Hartenfels a Torgau. Che si tratti di commissioni principesche è suggerito, in entrambi i casi, dalla firma con l’emblema del serpente alato, concesso al pittore nel 1508, e dalla presenza dei personaggi eminenti dell’Impero ritratti in primo piano: nella tavola di Madrid sono riconoscibili, fra gli altri, lo stesso Giovanni Federico, l’elettore palatino, Federico II - entrambi aderenti alla riforma luterana - insieme con il re cattolico, Ferdinando I, mentre nella tavola di Cleveland è possibile identificare con certezza il solo elettore di Sassonia.
L’evocazione cortese della battuta di caccia diviene così teatro dei complessi equilibri politici e religiosi in gioco fra i principi riformati e l’imperatore. Equilibri che saranno destinati a precipitare pochi anni dopo la realizzazione dei dipinti in esame con lo scontro fra l’esercito cattolico di Carlo V e i principi protestanti riuniti nella Lega di Smalcalda, sconfitti nel 1547 nella battaglia di Mühlberg.

 

confronta con