Menu1-1 Menu1-2 Menu1-3 Menu1-4 Menu1-5 Menu1-6 Menu1-7
Menu2-1 Menu2-3 Menu2-2 Menu2-3 Menu2-4 Menu2-7
 

 

 

Il potere delle donne - Temi biblici: David e Betsabea

Il tema dell’opera è tratto dal Secondo Libro di Samuele, in cui si racconta di come il re David si sia innamorato della giovane e bellissima Betsabea, moglie di uno dei suoi generali, l’hittita Uria, avendola osservata dall’alto del suo castello mentre era intenta a fare il bagno.
Il soggetto venne rappresentato diverse volte da Cranach: la prima attestazione di questa iconografia è un’incisione realizzata per illustrare la traduzione luterana dell’Antico Testamento nel 1524; successivamente fu usata nell’incisione per il Catechismo di Lutero del 1529, come monito contro l’adulterio.
In ognuna di queste versioni Cranach non modificò l’impianto compositivo originale, tranne per piccole varianti come il volto di Betsabea, che in questo dipinto alza gli occhi indirizzando lo sguardo verso re David che si sporge dal parapetto del balcone con la sua arpa. Questo soggetto, tra XV e XVI secolo, era frequente nelle illustrazioni dei Libri d’Ore di produzione francese, dove Betsabea veniva ritratta solitamente senza veli, come provocante seduttrice. Cranach nel suo dipinto rappresenta Betsabea e il suo seguito come eleganti e caste cortigiane, vestite con sontuosi abiti color porpora e arricchite da fastosi cappelli di piume, traducendo la scena del bagno in una pudica lavanda dei piedi.
La composizione del dipinto raggiunge un ampio respiro grazie alla fuga in prospettiva del paesaggio che si sviluppa alle spalle del gruppo delle ancelle di Betsabea, descrivendo in maniera precisa e attenta un ampio lago circondato da boschi e montagne che si espandono fino alla linea dell’orizzonte.