Menu1-1 Menu1-2 Menu1-3 Menu1-4 Menu1-5 Menu1-6 Menu1-7
Menu2-1 Menu2-3 Menu2-2 Menu2-3 Menu2-4 Menu2-7
 

 

 

Le immagini della Fede - Madonna col bambino

Le due tavole costituiscono un esempio rilevante dell’influsso esercitato su Cranach dall’arte italiana e, in particolare, dalla pittura umbra. Evidenti appaiono i riferimenti alle opere di Pietro Perugino, Luca Signorelli, Francesco Francia, particolarmente attivo nel contesto centro-italiano, e dello stesso Raffaello.
E’ possibile che l’artista abbia avuto modo di vedere direttamente alcuni originali italiani a Vienna o durante il viaggio compiuto nelle Fiandre, nel 1508, così come è verosimile immaginare la presenza di dipinti italiani nella collezione di Federico. Non va inoltre dimenticato che dell’entourage culturale del principe faceva parte l’umanista Cristoph Scheurl, a lungo impegnato nello Studium bolognese.
Nel dipinto di Coburgo la Vergine e i due bambini sono raffigurati da Cranach in un accentuato primo piano. Se le fisionomie e l’intensità dell’impianto cromatico, giocato sull’accostamento del blu e verde del manto con il carminio della veste, richiamano l’ambito del Perugino, il gesto della Vergine che tiene Gesù coprendone i genitali suggerisce possibili riferimenti ad analoghi soggetti realizzati da Giovanni Bellini.
Nella tavola di Madrid la Vergine è seduta davanti a un muro che separa le figure in primo piano dall’albero e dal paesaggio di fondo, espediente utilizzato qualche anno prima, con maggiore sicurezza prospettica, da Raffaello nella Madonna Terranova. Ma qui la rilevante proporzione degli elementi paesaggistici sembra distogliere l’attenzione dello spettatore, ben diversamente dalla rappresentazione di una natura controllata dall’azione dell’uomo, tipica della pittura italiana.
Rispetto ai prototipi italiani in cui Gesù siede in grembo alla Madonna collocandosi lateralmente rispetto ad essa, così da rendere possibile il dialogo silenzioso tra madre e figlio, Cranach preferisce porre il Bambino centralmente rispetto al busto della Madonna. Ne deriva un mutamento espressivo sostanziale: il volto della Vergine si fa sognante e quasi distratto rispetto ai gesti del figlio.

 

confronta con