Menu1-1 Menu1-2 Menu1-3 Menu1-4 Menu1-5 Menu1-6 Menu1-7
Menu2-1 Menu2-3 Menu2-2 Menu2-3 Menu2-4 Menu2-7
 

 

 

Le immagini della Fede - Il centurione sotto la croce

La rappresentazione della crocifissione di Cristo secondo Lucas Cranach incarna perfettamente i dettami delle tesi protestanti di Lutero. La morte di Cristo rappresenta per la religione cristiana il sommo sacrificio di Gesù per gli uomini, l’espiazione di tutti i peccati terreni e la promessa della vita eterna. Se il dettato della religione cattolica non consentiva comunque di prescindere dall’intervento mediatore della Chiesa e dei suoi rappresentanti terreni per accedere alla salvezza, la riforma luterana sosteneva invece che solo la fede (sola fides) individuale poteva avvicinare il genere umano alla salvezza divina, escludendo così la funzione mediatrice della Chiesa e dei suoi ministri. Cranach in quest’opera colloca le tre croci su uno sfondo scuro, eliminando qualsiasi accenno paesaggistico. Sotto la croce di Cristo è raffigurato unicamente il Centurione, senza altri personaggi del racconto evangelico. In sella al suo cavallo scalpitante, unico accenno di movimento in un’atmosfera silenziosa e rarefatta, egli incarna l’essenza stessa della Riforma: nel momento in cui convertendosi ha riconosciuto nel Cristo crocefisso il vero Dio, acquistando la fede, egli è salvo al suo cospetto.
L’estrema semplificazione formale costituisce una delle esigenze del messaggio riformato, così come l’intento didattico delle iscrizioni in lingua tedesca (“Padre nelle tue mani rimetto il mio spirito”, Luca 23, 46; “Veramente quest’uomo è figlio di Dio”, Marco 15, 39).

 

confronta con