Menu1-1 Menu1-2 Menu1-3 Menu1-4 Menu1-5 Menu1-6 Menu1-7
Menu2-1 Menu2-3 Menu2-2 Menu2-3 Menu2-4 Menu2-7
 

 

 

I volti delle persone - Tra ritratto reale e immagine ideale: i volti femminili: Fanciulla con una mela (Ritratto di una damigella di corte?)

La piccola tavola rappresenta una giovane a figura intera che indossa un abito di velluto rosso, secondo i dettami della moda del tempo, con maniche intagliate, gonna con pieghe e galloni di broccato. I capelli sono raccolti in una retina finemente decorata e il volto enigmatico accenna a un sorriso. Indossa preziosi gioielli e tiene tra le mani guantate una mela d’oro. La figura si staglia su un fondo scuro e su un pavimento color bruno, leggermente convesso, che ne accentua la plasticità. Fondo e piedistallo si possono confrontare con la Lucrezia di Vienna, con la Venere di Francoforte presenti in mostra. Il dipinto rappresenta una persona esistita realmente o è un ritratto allegorico? Si possono ipotizzare confronti con ritratti eseguiti a grandezza naturale dallo stesso Cranach. Le ridotte dimensioni della tavoletta suggeriscono inoltre richiami alla pittura miniaturistica. Questo ritratto, rispetto ad altri eseguiti dall’artista, appare schematico e concentrato su pochi particolari. Il paesaggio è assente, l’abito è rigido e la dama mostra la sua mela tra le mani, attirando così lo sguardo dello spettatore. Il significato del frutto rimane da chiarire, anche se è probabilmente da intendersi come allusione alla bellezza della donna ritratta, rinviando simbolicamente al giudizio di Paride.