Menu1-1 Menu1-2 Menu1-3 Menu1-4 Menu1-5 Menu1-6 Menu1-7
Menu2-1 Menu2-3 Menu2-2 Menu2-3 Menu2-4 Menu2-7
 

 

 

I volti delle persone - Tra ritratto reale e immagine ideale: i volti femminili: Ritratto di una giovane dama

Una giovane dama dalla figura elegante e snella è rappresentata con i capelli biondi raccolti in una retina decorata con perle e appena sciolti a incorniciare il volto. Indossa un lussuoso abito con le maniche intagliate e preziosi gioielli. Leggermente rivolta di fianco, con gli avambracci piegati e le mani dalle dita intrecciate elegantemente guantate, rivolge lo sguardo allo spettatore con i suoi occhi a mandorla. Il dipinto ricorda la serie di ritratti “reali” di Cranach, che differiscono sempre l’uno dall’altro in qualche particolare. Il modello di questo ritratto fu sviluppato a figura intera anche nella Fanciulla con una mela presente in questa mostra. Il pittore rielabora in questo caso una forma ritrattistica che trovò larga fortuna sia a sud sia a nord delle Alpi. In questa tipologia il taglio prospettico delle mani poteva variare in modo da creare uno scambio tra lo spazio della rappresentazione e la realtà dello spettatore. Rimane un interrogativo sul personaggio rappresentato, se cioè in ritratti come questo si sia di fronte a un’idealizzazione, ovvero di fronte a un’elaborazione delle fattezze reali dell’effigiata opportunamente filtrate dall’ideale di bellezza femminile del pittore.